Zucchine + mirtilli = pane (dolce)!

Incredibile a dirsi. Quando ho trovato la ricetta non volevo crederci. Eppure… si può fare.
Il tutto è nato un giorno in redazione quando ho detto a Bettina “Ma se ti portassi del pane dolce fatto con le zucchine?”. “Scherzi?”. No. E una sera, stanca per il lavoro, elettrizzata dal keynote di Mark Zuckerberg (il papà di Facebook), un po’ scoglionata da persone che mi hanno davvero deluso, mi son messa a grattare zucchine. Il significant other non era molto convinto, ma alla fine… ha detto “Buono sto plumcake…” (ok, forse è un plumcake, che ne so io!).
(solita storia, dosi per un altro tipo di teglia, misure in tazze a cucchiai, forse ho messo poco lievito, ma vi dò le mie dosi, poi vedete voi… la ricetta, inoltre prevede l’uso di whole wheat flour, ma come indicato nelle note della ricetta di mybakingaddiction.com io ho usato la farina “normale”, quella 00)

Partiamo… imburrate la teglia (io ho usato l’olio perché temevo che il burro rendesse troppo dolce il pane, forse sbagliando, ma tant’è) e riscaldate il forno a 180 gradi.
In una ciotola sbattete due uova, quattro cucchiai di olio, metà boccetta di estratto di vaniglia da 5ml, 50 grammi di zucchero di canna, e altrettanti di zucchero bianco.
Una volta amalgamato il tutto, aggiungete 120 grammi di zucchine grattate e mescolate.
Piano piano aggiungete – sempre mescolando – 150 grammi di farina 00 (oppure – da ricetta – 75 grammi di farina bianca e altrettanti di whole wheat flour), un pizzico di sale, due grammi abbondanti di lievito (per me corrisponde a un cucchiaino scarso), una punta di bicarbonato di soda e una spolverata di cannella. Finite il tutto aggiungendo una vaschetta di mirtilli (poco più di un etto) e mescolate molto delicatamente: non fateli spatasciare!
Versate l’impasto nella teglia unta e mettete in forno per 50 minuti. Il lievito inizierà a lavorare dopo una ventina di minuti. Dopo la cottura, lasciate il pane nella teglia per un’altra ventina di minuti e poi estraetelo e fate asciugare la parte inferiore del pane, mettendolo su una griglia oppure (come ho fatto io) scegliendo l’opzione “a gambe all’aria”.
Le zucchine aiutano a far legare gli ingredienti senza bisogno di aggiungere burro, ma alla fine non si sentono, per nulla! Questa cosa per me è davvero una sorpresa! Presto proverò un’altra ricetta: vista la passione del significant other per la marmellata d arancia, ho scelto questa. E vi saprò dire…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>