Tortini di creakers con patate, fontina e…

Stasera abbiamo avuto amici a cena. Il piatto forte è stato il cavallo di battaglia del significant other: tigelle (io, insalata con bresaola, loro, tigelle).
Io ho fatto una intro che ho incontrato per caso oggi in giro per la Rete e ho voluto provare.
La ricetta è questa: Broccoli, Baby Potato and Comte (Gruyere) Cheese Tarts in Saltine Cracker Crust. Io l’ho trasformata in qualcosa di più semplice: Tortini di creakers con patate, fontina e… .L’ e… è dovuto al fatto che a me i broccoli non piacciono, e no li cucino, quindi su suo suggerimento, ho optato per i pomodorini (lei sostiene che si possa mettere un po’ qualsiasi cosa).
Io odio le ricette con i pesi e le misure soto forma di cucchiaini da caffé o tazze, peggio ancora le once.. quindi ve la traduco con le mie variazioni (la ricetta originale a un certo punto si dimentica delle patate, ho improvvisato e pare essere andato tutto bene).

Io ci ho riempito 4 formine da 12 centimetri. Tritate fino a rendere polvere il contenuto di 5 pacchetti di creaker salati in superficie (per un totale di 100 grammi). unite 75 grammi di burro fuso (non caldo) e 150 ml di acqua bollente. Mischiate il tutto fino a ottenere una pasta malleabile e compatta da dividere in quattro per foderare l’interno delle forme, la base e il bordo. fate attenzione a non lasciare buchi. E poi lasciate riposare.
Per il ripieno, avvolgete una patata media in un foglio di scottex e passatelo per 3 minuti in microonde (massima potenza). poi dividetelo in quarti e, sempre nello scottex, ripassatelo un minuto al microonde.
Spellate la patata (dovrebbe essere facile, ma state attente al caldo…) e tagliatela a dadini in una ciotola dove avete messo 120 ml di latte parzialmente scremato, un cucchiaio di farina, uno di senape e un misto di prezzemolo e pepe. Schiacciate la patata con una forchetta, uniformando il composto di tutti gli ingredienti. Come ultimo, nella ciotola unite due etti (scarsi) di fontina tagliata a dadini e una manciata di pomodorini ciliegia tagliati in quarti.
Farcite le piccole teglie e infornate in forno pre-riscaldato a 180 gradi per 15/20 minuti. Fate raffreddare fuori dal forno per una decina di minuti e servite ancora tiepide.

Tre cose.
Non salate troppo il ripieno: la crosta di creakers è già sufficientemente salata.
Grazie alla quantità di burro che avrete usato per la crosta esterna, non sarà necessario imburrare le forme prime di foderarlo. I tortini si staccheranno con facilità.
Aspettate un attimo a togliere i tortini della forme: se sono troppo caldi non si staccheranno bene. Appena raffreddati potrete usare una spatolina per sollevare i bordi e impiattarli.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>