Fail: la torta al limone.

Ok, questa ricetta di kitchen corner probabilmente non è esattamente come l’ho fatta io. Forse Lavinia mi ha distratta, forse ero troppo stanca, forse poco motivata, ma tant’è. La torta è venuta così così, nulla di che. Ci riproverò. Doveva lievitare di più, avere un sapore più dolce, risultare più morbida. Eppure mi ci sono impegnata, ma credo di avere sbagliato un paio di cose.
Innanzitutto, la mia teglia da plumcake è un po’ più grande di quella indicata nella ricetta. Ho cercato di mediare e di fare le giuste proporzioni, ma poi c’è sempre quel problemuccio che l’uovo non puoi smezzarlo che rovina sempre tutto.
Poi mi sa che ho esagerato un po’ con il succo di limone, sono stata un po’ tirata con la vaniglia e… ok, lo ammetto, non avevo le mandorle (non le compro perché se no mangio quelle che avanzano). La prossima volta le compro e poi le regalo all’ospite che viene a cena.
Insomma una schifezza. Ma io la ricetta ve la tra/scrivo lo stesso (con alcune mie minime variazioni e le dosi originali per una teglia da plumcake di 18 x 8 x 6.5 centimetri), se a voi riesce meglio ditemelo!

Imburrate la teglia e poi fate correre sulle pareti e sul fondo un cucchiaio di farina, l’eccesso buttatelo via (se non volete usare l’opzione burrofarina, potete usare della carta da forno oppure potete usare una di quelle diavolerie americane).
Armatevi di santa pazienza e di tre ciotole: in una mischiate 100 grammi di farina, 30 grammi di mandorle tritate e un pizzico di lievito; in un’altra ciotola unite 120 grammi di burro fuso e 40 grammi di zucchero a velo. Il composto deve risultare omogeneo e chiaro). Unite al burro ormai zuccheroso, due tuorli d’uovo (uno alla volta), il succo e la buccia grattata di un limone, una goccia di estratto di vaniglia.
Nella terza ciotola, montate a neve i due albumi. Appena iniziano a montare, aggiungete 20 grammi di zucchero a velo, poi continuate a montare a neve ferma, aggingendo altri 40 grammi di zucchero, poco alla volta.
Alla mistura di burro, tuorli, zucchero a velo, vaniglia e limone aggiungete metà albumi montati a neve. Una volta ottenuto un composto omogeneo, aggiungete metà della farina. Mescolate e poi unite il resto degli albumi, e infine l’ultima parte di farina.
Infornate nel forno preriscaldato a 170 gradi per dieci minuti. Passato questo tempo, aprite il forno e incidete con al punto del coltello una linea longitudinale al centro dell’impasto (questo farà sì che si crei il taglio tipico dei dolci “a mattonella”). Continuate a cuocere per altri 35 minuti. Quando il timer squilla, fate proseguire la cottura con la funzione ventilato del vostro forno, e poi fate raffreddare la torta su una griglia.

Se a voi viene buona, ditemelo. Io ci riproverò. Promesso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>