Se vuoi fare il figo usa lo scalogno

Il titolo l’ho rubato a Carlo Cracco, che ha scritto un libro di ricette proprio con questo titolo.
Del resto non ha tutti i torti: lo scalogno è una pianta molto affine alla cipolla, e infatti viene spesso utilizzato al suo posto per rendere le ricette, almeno nella forma, più sofisticate.

Viene quindi usato in cucina sia cotto che crudo; cotto e eaborato è perfetto nella preparazione di salse che accompagnano carni, tramezzini e affettati.
Accompagna perfettamente però anche carne e pesce, o diventa protagonista di frittate e torte salate,
Crudo è ottimo nelle insalate, proprio grazie alla sua caratteristica di maggiore “leggerezza” rispetto all’aglio o alla cipolla.

Qualche consiglio per l’utilizzo e la conservazione dello scalogno:

  • compra solo piante sode, con la buccia priva di macchi e increspature
  • evita le piante con germogli!
  • non conservare lo scalogno ancora intero in frigo: prediligi un ambiente fresco e asciutto
  • riponilo in frigo, invece, una volta aperto, dopo averlo avvolto nella pellicola per alimenti

NB. Non ho provato a fare queste ricette, quindi non garantisco sul loro risultato. Alcune di queste sono davvero facili, vi consiglio però di prendere in considerazione anche quelle più compelsse (o lunghe da preparare) perché danno risultati comunque molto appaganti.

Guarda le foto su Instagram (#scalogno):

[instapress tag=”scalogno” piccount=”12″ size=”90″ effect=”fancybox” title=”1″]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>