Fail: fiorentine di hummus?

Domenica ho pensato di mettere mano alla tahina e di fare, seguendo la ricetta della nonna di Sami, l’hummus.
La sera prima ho messo a mollo i ceci e poi domenica mattina li ho cotti per un’ora e poi li ho uniti, frullandoli con mini primer, alla tahina, al limone un po’ alla volta, all’aglio pestato (le quantità le trovate nella ricetta di Sami). E poi un cucchiaio di olio, di quello buono.
Successivamente ho aggiunto dello yogurt. Vuoi sapere perché? Perché il mio hummus è risultato un po’ “duretto”, quasi calcestruzzo.

Lo yogurt è servito a rendere il condimento un po’ più morbido, ma alla fine mica tanto. Noi lo abbiamo mangiato lo stesso. Perché era buono, e perché non siamo molto schizzinosi, ma ecco, l’hummus è sicuramente un’altra cosa.

Il mio consiglio è di cuocere bene i ceci (come suggerito da Sami), magari assaggiandone un paio per scoprire se sono sufficientemente morbidi. Tenete conto che i ceci secchi reidratati sono più lenti da cuocere!
Se siete proprio di fretta… usate i ceci in scatola. Forse il risultato sarà un po’ più “artificioso”, ma in 5 minuti ne venite fuori alla grande.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>