Fail: fiorentine di hummus?

Un blog molto ben curato con suggerimenti e consigli utili per una cucina più comoda e bella, alla portata di tutti

Fail: fiorentine di hummus?

Domenica ho pensato di mettere mano alla tahina e di fare, seguendo la ricetta della nonna di Sami, l’hummus.
La sera prima ho messo a mollo i ceci e poi domenica mattina li ho cotti per un’ora e poi li ho uniti, frullandoli con mini primer, alla tahina, al limone un po’ alla volta, all’aglio pestato (le quantità le trovate nella ricetta di Sami). E poi un cucchiaio di olio, di quello buono.
Successivamente ho aggiunto dello yogurt. Vuoi sapere perché? Perché il mio hummus è risultato un po’ “duretto”, quasi calcestruzzo.

Lo yogurt è servito a rendere il condimento un po’ più morbido, ma alla fine mica tanto. Noi lo abbiamo mangiato lo stesso. Perché era buono, e perché non siamo molto schizzinosi, ma ecco, l’hummus è sicuramente un’altra cosa.

Il mio consiglio è di cuocere bene i ceci (come suggerito da Sami), magari assaggiandone un paio per scoprire se sono sufficientemente morbidi. Tenete conto che i ceci secchi reidratati sono più lenti da cuocere!
Se siete proprio di fretta… usate i ceci in scatola. Forse il risultato sarà un po’ più “artificioso”, ma in 5 minuti ne venite fuori alla grande.

 

2 Responses

  1. Frieda ha detto:

    Io la faccio con i ceci in scatola (o meglio, quelli nei barattoli di vetro perché sono un po’ più grandini) e li pelo ad uno ad uno da vera certosina. Se viene troppo gnucca aggiungo un filo d’olio o un pelo di limone, stando però attenta a non mettere troppo limone altrimenti diventa una limonata al gusto di ceci.

  2. auro ha detto:

    Mi stai dicendo che rischio di fare una fiorentina al gusto limone? Fantastico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *