La mia prima volta coi carciofi.

L’altra sera sono venute a cena delle amiche e io ho avuto questa meravigliosa idea di preparare la parmigiana di carciofi di Fabien. Peccato che io non avessi mai cucinato carciofi (fino ad allora) e nessuno mi avesse spiegato per bene come fare.
Visto che la ricetta la trovate qui e dovrete solamente seguirla alla lettera, io questo post lo dedico alle persone che come me non hanno mai pulito i carciofi, e vogliono sapere come si fa.
Fatevelo dire da una che non ne sapeva nulla e adesso invece se la cavicchia.
1. Fatevi furbi. Comprate i carciofi già tagliati, i cosiddetti cuori di carciofo. Questo vi darà una bella mano.
2. Siate realisti. I cuori di carciofo vi aiuteranno ma non del tutto: sappiatelo.
3. L’abito non fa il monaco. Ok il cuore, ma in ogni caso il primo di giro di foglie dovrà comunque essere levato. Il modo migliore è quello di infilare il coltello fra la foglia del primo giro e quella del secondo e spingere la lama verso il gambo. Finito tutto il giro, tagliate la base ch resta più dura.
4. La vita è una barba. Togliendo la base del carciofo, scoprirete che c’è una specie di peluria a centro delle basi delle foglie: levatela con uno spilucchino o con uno scavino. In base alla forma del carciofo (e della ricetta), potrebbe essere più comodo levare la “barba” dall’alto.
5. Non siate troppo acidi. Sciacquate il carciofo dentro a una ciotola di acqua in cui avete spremuto mezzo limone. Se la vostra ricetta prevede di lasciare i carciofi crudi oppure prevede una fase di preparazione lunga, non lesinate con il limone (altrimenti anneriscono). Nel caso della parmigiana, basta davvero una passata veloce sotto l’acqua corrente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>