Il menu della domenica? Pollo e verdure.


Domenica scorsa, Luca ha (una volta tanto) abdicato i fornelli e mi ha fatto cucinare.
Non avevo molto tempo per pensarci e ho cercato di cavarmela con poco.
Ecco qui cosa ne è venuto fuori, sarò velocissima.

Tagliate un petto di pollo a dadini (non troppo piccoli!), mettetelo in una tazza con un cucchiaio di olio, sale, pepe macinato fresco e un po’ di paprika. Massaggiatelo a lungo e coprite con la pellicola. Mette in frigo per almeno mezz’ora.
Nel frattempo, scaldate il forno a 180°C e tagliate una zucchina piccola e un peperone rosso a dadini, due o tre pomodori ciliegia tagliati in 4 spicchi, una cipolla rossa a fettine e pulite tre spicchi di aglio.
Quando avete completato la marinatura del pollo, usate l’olio che avete usato per spennellare la base di una teglia. Poi riempitene una metà con il pollo e l’altra metà con le verdure miste. Spolverate con poco sale, pepe e se volete dei semi di finocchio. Infornate.
Dopo 10 minuti, aprite il forno e coprite la teglia con un foglio di alluminio (non dovete essere precise, basta che la teglia sia coperta, non sigillata!) e cuocete anche per 7/10 minuti.
Prima di impiattare togliete gli spicchi di aglio.

Quello che otterrete sarà un piatto leggero e poco calorico, molto saporito e in cui le verdure resteranno croccantine.
Il pollo godrà dell’acqua persa dalle altre verdure per cuocere senza seccarsi.

Io ho aggiunto a lato del piatto anche una cocotte di burghul precotto (basta mettere in una ciotola il burghul con una quantità equivalente di acqua bollente, lasciare riposare fino a quando l’acqua sarà completamente assorbita, mescolando spesso).

Tenere separati i due cibi permette di avere un effetto meno “ratatouille” e di servire nei piatti in modo più ordinato.
Se volete potete mettere anche delle melanzane, ma nel caso dovete prevedere il tempo di salatura per far perdere loro l’acqua in eccesso. Sconsiglio le carote, invece, perché sono un po’ troppo dolci , ma probabilmente va a gusti.
(la foto è di perpetualplum e la trovate sul suo photostream di Flickr)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>