Delle mie miniparmigiane light (e senza sale).

Mia mamma è ipertesa, niente di male, fa  controlli e prende dei farmaci. Non è niente di male se non fosse che io sono cresciuta senza sale nella pasta, nell’insalata, nei sughi. Niente. E in realtà, niente di male, o comunque di irrimediabile, ci si abitua.
Ma ovviamente per me è normale (magari per voi questo è del tutto incomprensibile, e lo capisco) dimenticarmi il sale, non essere di manica larga nell’acqua della pasta, non aggiungerlo nell’insalata, e così via.
Il problema diventa serio quando ho ospiti, come sabato sera. E le mie parmigiane non solo erano light, ma erano anche iposodiche, cioé come dire… sciape! Però erano buone lo stesso!
Quando mi sono accorta di essermi dimenticata il sale… ero così depressa che ho dimenticato di fare le foto ai piatti :-(
Quindi adesso vi dico come fare questo piatto di sicuro effetto,  e che – volendo – non richiede molta fatica, ma voi accertatevi di metterci il sale :-)
(NB. le dosi sono per quattro!)

Scaldate il forno a 200°C.
Grigliate 12 fette di melanzane tagliate sottili (potete usare anche le melanzane grigliate, surgelate, ma abbiate la cura di tenerle fuori dal freezer per mezz’ora prima di iniziare a preparare).
Per la preparazione dovrete tagliare le fette in modo che possano riempire lo stampo, che non è grandissimo, quindi cercate di sfruttarle al meglio).
Tagliate a fette un formaggio “che fila” (io detesto le sottilette, ma se preferite potete usarle, anche se secondo me non sono proprio il massimo in termini di risultato) e tenetene da parte 10/12.
Preparate una salsa di pomodoro (potete usare i pelati, che rendono il tutto più veloce) con (poco) basilico e un paio di spicchi di aglio (che a fine cottura però dovrete levare). Non dimenticatevi il sale! A fine cottura, fatela intiepidire.
Nel frattempo, foderate con la carta forno 4 stampini in alluminio (quelli da budino singolo).
Se volete, potete disporre una fetta intera di melanzana sul bordo interno dello stampo, in modo che racchiuda tutta la composizione. Otterrete un effetto finale molto bello.
Poi iniziate a comporre gli strati delle vostre parmigiane. Sul fondo dello stampo mettete un cucchiaio di salsa, poi una melanzana, poi una fetta di formaggio, salsa, melanzana, formaggio. Procedete fino a quando lo stampo non è pieno fino all’orlo, e terminate con una fetta di melanzana e un cucchiaino di salsa.
Prestate attenzione perché il risultato dovrà essere molto “denso”, in modo da reggersi da solo, quindi non lesinate in calcestruzzo, cioè in melanzane e fette di formaggio: mentre, le impilo negli stampi, le coprimo, le schiaccio, le pigio, in modo da non lasciare spazi.
Infornate per 15/20 minuti. Poi, una volta intiepidite, ma non raffreddate! potete capovolgerle sul piatto da portata, togliete la copertura della carta da forno e potete completare con verdura cotta (una ratatouille?) o al vapore. O con quello che preferite. Anche niente.
(una volta le vorrei fare con in allegato un cestino di pasta sfoglia, o brisée, con cui abbinarle. Ci proverò, magari allora farò anche le foto)

Qualche dritta: se le fate con molto anticipo, poi mettetele comunque a intiepidire, perché bollenti no, ma fredde nemmeno.
Io uso gli stampi di alluminio per comodità, se volete potete usare anche quelli di silicone (magari un po’ più grandi), ma usate comunque la carta da forno, che mantiene il tutto più compatto.
Se volete andare veramente veloci, usata le melanzane surgelate, il basilico fresco e la polpa direttamente dalla latta. Ci mettete mezz’ora compresa la cottura. Così sono super light. E non usate nemmeno un goccio di olio.

(la foto è di Pink Sherbet Photography)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>