Muffin allo yogurt e mele.

Sfidando la calura, ho rifatto i muffin. Ho cambiato la ricetta, prendendo spunto da questa, e cercando una procedura che fosse un po’ più efficace e leggera (no, su questo non ci ho mai sperato).


Stavolta non ho usato la frusta, ho riempito meno i pirottini di silicone, ho sperimentato anche gli stampi di alluminio monodose (che mi sembrano fantastici, anche se imburrarli e infarinarli è una specie di impresa, soprattutto sotto 35°). Il risultato è stato migliore del precedente (anche perché non ho dovuto lavare tutta la cucina), l’estrazione dagli stampi decisamente più agevole, e la ricetta con le mele, la caramellatura della parte superiore e il sapore di vaniglia… gnam!

Ecco qui, come ho modificato la ricetta.
In una ciotolina unite 50 grammi di zucchero di canna, una manciata di gherigli di noce sminuzzati grossolanamente, un cucchiaino di cannella in polvere.
In una ciotola più grande unite 200 grammi di burro morbidissimo e 80 grammi di zucchero. Mescolate fino a ottenere una crema. Aggiungete un uovo e un albume (totale 2 uova, di cui “buttare via” un tuorlo), mescolate. Aggiungete uno yogurt alla vaniglia (io ho usato un Activia). Amalgamate tutto.
Unite poco alla volta 220 grammi di farina a cui avete aggiunto un cucchiaino di bicarbonato e uno di lievito per dolci. L’impasto diventerà più difficile da lavorare e, giusto per non farci mancare nulla, è il momento giusto per aggiungere 2 mele sbucciate e tagliate a dadini (non troppo piccoli se non si sciolgono con il calore, e invece è ancora meglio se si riesce a sentire la parte croccantina). Se volete un consiglio, non preparate le mele prima perché il limone è proprio da evitare.
Una volta aggiunte le mele, mescolate con delicatezza e poi suddividete l’impasto nei pirottini: non riempiteli completamente. I vostri muffin lieviteranno il giusto. Sopra cospargeteli con il mix di zucchero, noci e cannella: si caramellerà con la cottura, diventando buonissima.
Infornate in forno ventilato caldo a 180° e tenete in forno per 30 minuti (se scegliete la versione torta, io farei 40 come suggerisce la ricetta originale).
Quando il timer squilla, estraete tutto dal forno e lasciate raffreddare per qualche minuto ancora negli stampi, poi liberate i vostri muffin e lasciate raffreddare del tutto. That’s all, folks!
(la foto la riprendo dal blog di Em, ne ho fatte anche io ma ora che le scarico e le elaboro… faccio in tempo a darvi le dritte per le ricette di Natale…)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>