La sua cucina a impatto (quasi) zero.


Per me conoscere Lisa è stato davvero un piacere, (fare finta di) intervistarla per Style.it ancora di più.
Avere il suo libro (che ha una intro lunga e corposa, interessante e pensata, non le solite 10 righe un po’ stitiche scritte da qualcuno che forse ha letto le bozze del libro, ma più probabilmente no) in casa è un bel vantaggio.
Poi, vedete voi.
(la foto è di Vincenzo Lonati)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>