Lasagne vegetariane, probabilmente vegane.

Su spunto di sogliadibronzo (scovate il suo suggerimento nei commenti al thread linkato) l’altra sera ho fatto le lasagne estive con il pane carasau. La versione originale di Joshua Held mi piaceva, ma con questo caldo ho preferito quella senza cottura.

Se potete preparate tutto con qualche ora di anticipo. Io l’ho fatta al volo, con poco riposo delle lasagne in frigo, ma se riuscite a prepararle la mattina per mezzogiorno, secondo me è l’ideale. La preparazione richiede, in un’ipotesi idilliaca, due fasi: la preparazione del ripieno e poi la lasagnazione del pane carasau. Le dosi sono per 4 porzioni giuste, per 3 giuste, per 2 porche.

Tagliate circa 3 etti di pomodori ciliegino in ottavi (o comunque in pezzi molto piccoli), metteteli in una ciotola dove avete sminuzzato qualche foglia di basilico fresco, unite del sale. Tagliate in pezzi piccolissimi due mozzarelle fresche e molto lattose.
Prima di unire il formaggio ai pomodori, togliete dalla ciotola dei pomodori l’acqua che avranno perso (non sarà moltissima, visti i tempi molto ristretti. Se avete tempo, togliete il sale ai pomodori in modo “corretto”: tagliate in due i pomodorini, salateli, metteteli a testa in giù per una mezz’oretta in modo che perdano l’acqua completamente e poi tagliateli di nuovo in due e poi ancora in due, uniteli al basilico).
Mescolate la mozzarella con i pomodori insaporiti, aggiungete due cucchiai di olio extra vergine d’oliva. Lasciate riposare per circa mezz’ora. Il ripieno è pronto.

Ecco, come fare la lasagnazione. Scegliete una pirofila adatta (io ho usato una casseruola di pirex), in un piatto piano mettete un po’ di acqua tiepida e passateci un foglio di pane carasau in modo da inumidirlo e ammorbidirlo. Coprite la base della pirofila con il pane, e poi iniziate a alternare gli starti di pane con il ripieno che avete fatto riposare. Prestate sempre attenzione a coprire tutto il ripieno con uno strato di pane inumidito. Fate 4 o 5 strati, finendo con uno strato di pane, che spennellerete con dell’olio extra vergine di oliva.
Mettete la pirofila in frigo per qualche ora. Più resta in frigo più sono buone (con i dovuti limiti…). E buon appetito.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>