Cosa ho imparato quest’anno a Halloween.

Giosefina la zucca

  1. Intagliare una zucca, si può fare. Con l’aiuto a distanza di Cipolla, e con l’aiuto in presenza di Taryn e Luca.
  2. Le zucche di Halloween (quelle arancioni, cicciose, americane) hanno i capelli, i semi appiccicosi, ma non hanno la polpa.
    Quindi nisba zuppa di zucca con le spezie e la panna.
  3. Una zucca è per sempre, ma quando piove per tre giorni, la zucca come il pesce (e l’ospite) inizia a marcire.
    Buttare via una zucca è un po’ morire, dentro.

E con questo post basta zucche, basta Halloween almeno per un po’. Fine dell’incubo.
(la foto l’ha fatta Bak, la foglia invece l’ho presa io al Trotter)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>