Check list per fare i dolci

Si avvicina il Natale e anche da queste parti si sta iniziando a entrare nel mood “biscotti e dolci a go-go”.
Io non è che sia proprio una fan del Natale, ma diciamo che la serata con le amiche per fare l’albero e il rumore del forno che si apre e si chiude per realizzare chili di biscotti, già mi mettono di buon umore.
Per il mood “biscotti e dolci a go-go” però è necessario attrezzarsi. Ecco una piccola check list di cose fondamentali in questo periodo: prestate bene attenzione…

Per fare un dolce le cose fondamentali sono 3: impastare, mettere nello stampo, cuocere. Fino a qui, non ci piove. Tutto il resto è questione di particolari… “Ma sentila! Come la fa semplice” direte voi, memori della mia débacle con gli ultimi biscotti. E avreste ragione!

Quindi riducendo al minimo i bisogni ecco cosa vi serve: dei misurini per non pesare tutto, ma per raccogliere direttamente dai pacchetti la quantità giuste di farina, burro, zucchero e così via. Io sto diventando un po’ ossessionata dai set di misurini, privilegiando – nei miei desideri – quelli di silicone, ma… “à chacun son truc”, voi scegliete il materiale che vi piace di più.
Poi serve una frusta per impastare tutti gli ingredienti. Dicono che la migliore per i dolci sia la “baloon”, cioé quella un po’ tozza e tonda… io credo (mi perdonino i puristi) che una frusta sia una frusta, qualsiasi sia la sua forma (magari, però evitate i gatti a nove code… quel genere di frusta serve ad altro).

Per essere certi che l’impasto non resti nella ciotola, ma arrivi tutto negli stampi… dovete dotarvi di spatole, che hanno preso il posto del classico cucchiaio di legno della nonna, quello che quando eravamo piccole ci davano dal pulire (sleccacciandolo) mentre la torta cuoceva.
Altre volte invece si può usare un dosatore per gelato per porzionare l’impasto in modo uniforme, ad esempio per avere i muffin o i cookies al cioccolato più o meno tutti simili e non dover litigare a chi si accaparra quello più grande e chi no. Mi pare di capire che questo sia utile anche per fare le polpette… indago.

Se si tratta di biscotti o di torte composte (di mele, di ricotta, di cioccolato) a questo punto basta infornare la teglia e via.
Molto spesso – invece – le crostate (ma non solo) vengono cotte – in una prima fase – “in bianco”, cioè senza ripieno. Per farlo è necessario riempire lo stampo con l’impasto, coprirlo con della carta da forno e poi mettere sulla carta dei “pesi” che tengano la pasta schiacciata in modo che cuocia senza montare, o lievitare. I pesi solitamente sono ceci o fagioli secchi, altre volte sono palline di ceramica, e in alcuni casi sono perle di acciaio infilate in una catenella.
La carta da forno non importa che marca sia, basta che ci sia (anche se magari preferite le diavolerie americane…).

Ricordatevi di preriscaldare il forno e di tenere sott’occhio la temperatura al suo interno.
Inoltre, usate un timer per evitare che i vostri dolci brucino. Se preferite, potete usarne uno meccanico o uno digitale. Io preferisco quelli digitali, anche se non ho ancora trovato il “best match” con le mie esigenze.

  1. Set di misurini | Oxo
  2. Frusta | Head Chefs
  3. Spatole | Rachael Ray
  4. Dosatore per gelato | Wilton
  5. Teglia | Tescoma
  6. Pesi per dolci | JAZ Innovation
  7. Carta da forno
  8. Termometro per forno | WMF
  9. Timer | Two lumps of sugar

NB. Dopo qualche mese questi link potrebbero diventare obsoleti. 
Sarà mia premura cercare di eliminare riferimenti a prodotti che non sono più disponibili nei siti linkati, mi scuso se non riuscirò ad aggiornare per tempo i link.